Archivi tag: Ecografi nuovi

Rimini SCIVAC 2018

 

MTS sarà presente presso lo stand della i-VET al Congresso Internazionale Multisala di Medicina Veterinaria per Animali da Compagnia (organizzato da SCIVAC) che si terrà a Rimini dal 25 al 27 maggio prossimi.

La partnership commerciale tra MTS ed i-VET (primaria società da sempre presente nel settore veterinario anche come laboratorio analisi) continua con grande soddisfazione, a dimostrazione che la scelta di MTS di incrementare la presenza nel mercato veterinario (con la fornitura di apparecchiature, nuove e usate, per l’imaging diagnostico) è stata corretta.

Vi aspettiamo con tantissime novità, venite a trovarci allo stand F35.

 

 

 

 

Rimini SCIVAC 2018 ultima modifica: 2018-05-22T10:09:38+00:00 da Paolo Borsatti

Corso teorico-pratico di ecografia Ginecologica & Ostetricia

 

MTS Medical Technology Solutions, da sempre attenta a garantire un aggiornamento costante ai professionisti della diagnostica per immagini, ha organizzato il corso rivolto all’ambito Ostetrico/Ginecologico ‘ NUOVE TERMINOLOGIE E TECNOLOGIE IN ECOGRAFIA OSTETRICA E GINECOLOGICA – CORSO DI AGGIORNAMENTO TEORICO E PRATICO‘ che si terrà in 3 sessioni: 14 aprile, 30 giugno e 29 settembre. I dettagli sono nella locandina sotto riportata. Il corso è organizzato con il supporto di Laborest, nostro partner commerciale.
L’iscrizione è gratuita per medici ecografisti fino ad esaurimento posti disponibili.
Per il corso sono stati richiesti al ministero i crediti ECM.

Per ulteriori informazioni ed iscrizioni contattateci.

Corso teorico-pratico di ecografia Ginecologica & Ostetricia ultima modifica: 2018-03-26T09:40:51+00:00 da Paolo Borsatti

Milano VET EXPO 2018

MTS ha deciso di incrementare la presenza nel mercato veterinario con la fornitura di apparecchiature, nuove e usate, per l’imaging diagnostico. Per farlo ha stipulato una nuova  partnership commerciale con la i-VET primaria società da sempre presente nel settore veterinario anche come laboratorio analisi.

Ci potrete trovare al  MILANOVET EXPO del 10-11 Marzo 2018 allo stand C38-D37, vi aspettano tantissime novità

Come arrivare

La pianta

Lo stand

NON MANCATE!

Milano VET EXPO 2018 ultima modifica: 2018-03-08T11:21:27+00:00 da Paolo Borsatti

European Congress of Radiology – ECR 2018

L’ECR è il Congresso annuale per la ESR, Società Europe di Radiologia.
È sicuramente l’evento trend-setting , dinamico e orientato ai servizi, noto come uno degli incontri più innovativi all’interno della comunità scientifica, inserito in un ambiente unico e stimolante, il centro congressi di Vienna.

I partecipanti all’ECR rappresentano  tutte le aree della Radiologia tra cui: medici radiologi, fisici, rappresentanti del settore e giornalisti della e divulgatori scientifici.

Aggiornamento professionale, ricerca di nuove partnership commerciali, sguardo sul mercato per essere sempre aggiornati e capire le nuove tendenze sono le motivazioni principali che ci hanno portato a partecipare (sin dal 2005), sicuramente importante punto informativo secondo per importanza mondiale solo al RNSA di Chicago.

La novità principale dell’edizione 2018 di ECR è stata la nuova presenza di Canon che ha recentemente acquisito il settore medicale di Toshiba, e che ed ha presentato la nuova macchina per risonanza magnetica da 1.5 Tesla Vantage Elan, prodotto molto interessante perché adatto all’istallazione anche in piccoli spazi (grazie al magnete di dimensioni ridotte e alla bassa rumorosità).

Le novità non sono mancate anche da altri due leader di settore Samsung che ha presentato una novità in campo ecografico con il modello RS85 ed Esaote che ha presentato il modello MyLab9.

Queste sono naturalmente solo alcune delle novità viste, vi invitiamo a visitare il nostro show-room per poterci confrontare sulle tante altre idee e proposte per la diagnostica per immagini disponibili, anche per Studi e Centri medici. Contattateci!

European Congress of Radiology – ECR 2018 ultima modifica: 2018-03-08T10:40:02+00:00 da Paolo Borsatti

Applicazioni laser in ginecologia: V-Lase Lasering

V-Lase Lasering è il trattamento veloce e indolore per il benessere delle donne in post menopausa.

 

Con i nuovi scanner intravaginali e vulvari si possono  eseguire i trattamenti di ringiovanimento vulvo vaginale. Grazie ad una procedura laser mini-invasiva veloce ed indolore si riescono oggi a trattare gli effetti del trascorrere del tempo sui tessuti interni dell’apparato genitale femminile andando a rigenerare la mucosa vaginale non soltanto migliorando la lassità dei tessuti ma soprattutto ripristinandone la corretta funzionalità.

Nel periodo peri-post menopausale il 25-50% delle donne accusa sintomi legati ad alterazioni del trofismo vaginale indotte dal declino degli estrogeni. La riduzione progressiva della produzione estrogenica ovarica provoca: atrofia vaginale (riduzione del collagene, assottigliamento dell’epitelio, perdita delle pliche epiteliali, la mucosa diventa più sensibile a sfregamenti e traumi), riduzione del flusso ematico alla mucosa vaginale e riduzione delle secrezioni vaginali (con conseguente dispareunia, riduzione della libido, aumento delle infezioni vaginali), riduzione dei lattobacilli e del glicogeno cellulare con aumento del PH vaginale da 3-3,5 a 6-8 (aumento delle infezioni fungine e batteriche con conseguenti pruriti, irritazioni e bruciori).

I trattamenti eseguiti con il laser sono delicati ed indolori grazie alla natura morbida della luce impiegata e vengono effettuati in ambulatorio senza bisogno di anestesia o precauzioni pre o post operatorie.

LASERING progetta, produce e commercializza in tutto il mondo sistemi laser medicali ad alte prestazioni basati sulle più recenti ricerche cliniche utilizzando tecnologie all’avanguardia. Con la sua gamma di prodotti, tecnologie e servizi di supporto, dal 1994 LASERING aiuta i medici a capitalizzare le opportunità di crescita che si presentano a seguito dello sviluppo nel mercato delle apparecchiature laser. Nel corso degli anni, LASERING ha contribuito allo sviluppo delle pratiche mediche con soluzioni laser innovative capaci di migliorare la salute, il benessere e la qualità di vita dei pazienti. La gestione della qualità aziendale è certificata secondo le norme ISO 9001, ISO 13485 ed è conforme alla direttiva europea sui dispositivi medici 93/42/CEE. Tutti i prodotti Lasering hanno il marchio CE come dispositivo medico e sono certificati FDA 510(k).

MTS Medical Technology Solutions è agente per la regione Lombardia di LASERING nei vari modelli prodotti dalla Casa Costruttrice. I prodotti LASERING sono di completa produzione italiana. Per ulteriori informazioni e/o approfondimenti contattateci.

 

 

Applicazioni laser in ginecologia: V-Lase Lasering ultima modifica: 2018-02-15T14:13:31+00:00 da Paolo Borsatti

La nuova MTS Medical Technology Solutions, sulla stampa

La nuova veste di MTS Medical Technology Solutions sta riscuotendo sempre più consensi sia  dai nostri clienti che dai partner ecco i 5 punti cardine della trasformazione:

1. Adottato una nuova politica commerciale
2. Realizzato il primo vero “Ultrasound Outlet”
3. Creato un’ area e-SHOP
4.  Incrementato i servizi
5. Cambiato il logo aziendale

Anche alcune testate giornalistiche ne hanno dato risalto:

Per saperne di più potete  scriverci oppure telefonare subito allo 02 9837664 per prenotare la visita all’Outlet, naturalmente senza impegno, vi renderete conto della varietà di apparecchiature (nuove, usate e ricondizionate) immediatamente disponibili. 

La nuova MTS Medical Technology Solutions, sulla stampa ultima modifica: 2018-02-15T11:15:57+00:00 da Paolo Borsatti

La nuova MTS Medical Technology Solutions

 

Nel 2017 è scattata in noi l’esigenza di
cambiare, rompere gli schemi, rinnovarci dentro e fuori!
Ecco come l’abbiamo fatto in 5 mosse.

1. Abbiamo modificato la nostra politica commerciale ed oggi grazie a nuove ed importanti partnership, siamo in grado di fornire ai nostri clienti le migliori tecnologie medicali, scelte tra i brand più qualificati, unendo a questi un servizio per la gestione integrata nei seguenti ambiti: Ecografia , Risonanza Magnetica, Tomografia Computerizzata, Mammografia.

2. Abbiamo realizzato il primo “Ultrasound Outlet”, uno show-room con esposizione permanente di apparecchiature multi marca (per la diagnostica strumentale) dove poterle provare dal vivo, confrontandole tra loro, e scegliere quella che meglio soddisfa le proprie esigenze. Personale altamente qualificato è a disposizione nell’aiutarvi nella scelta della miglior soluzione personalizzando ogni dettaglio: trasporto, assistenza tecnica, addestramento, tipologia di pagamento ecc.ecc.
L’Outlet dispone di migliaia di prodotti ed è in costante aggiornamento. Vieni, Prova, Acquista!  è lo slogan.
CONTATTACI a mezzo email oppure telefona subito allo 02 9837664 per prenotare la tua visita all’Outlet

3. Abbiamo implementato il nostro sito internet creando un’ area e-SHOP per l’immediato approvvigionamento via web di articoli medicali (apparecchiature, consumabili, ecc.ecc.)

4. Abbiamo incrementato i servizi a vostra disposizione:
  • Vendita di apparecchiature multimarca nuove/usate/ricondizionate;
  • Consulenza tecnica preventiva all’acquisto o al rinnovo del parco tecnologico;
  • Manutenzione correttiva;
  • Piano di manutenzione preventiva, con monitoraggio delle scadenze e reminder;
  • Help-desk telefonico, per avere il supporto immediato di un tecnico specializzato (numero verde dedicato 800.139.001);
  • Ampia dotazione di parti di ricambio multimarca;
  • Massimi standard qualitativi certificati e capillarità su tutto il territorio nazionale con nostro personale tecnico;
  • Differenti tipologie di contratto di manutenzione modulabili su ogni tipo di esigenza,

5. Abbiamo cambiato anche il nostro logo, dopo 16 anni sono cambiati il colore e lo stile ma non sono cambiati né i nostri valori nè il nostro credo: “Le nostre persone, il vostro successo”

La nuova MTS Medical Technology Solutions ultima modifica: 2017-12-20T08:50:11+00:00 da Paolo Borsatti
Il-Sole24ore-31102017

6° Healthcare Summit/il PPP Tecnologico

Riteniamo utile riproporre l’articolo comparso su “Il Sole 24ore” dello scorso 31 Ottobre 2017

6° Healthcare Summit/ Il PPP tecnologico: un’opportunità per il Ssn per incrementare innovazione, efficienza gestionale ed efficacia clinica

di Veronica Vecchi e Niccolò Cusumano (SDA Bocconi). 

Dall’analisi dei dati SIOPE emerge che la spesa delle aziende sanitarie legata all’acquisto di nuovi macchinari sia calata dal 2008 del 24%, mentre quella per le manutenzioni è rimasta pressochè invariata.
L’obbligo di ammortamento integrale nell’anno di acquisto rende, infatti, difficilmente sostenibile per le aziende il finanziamento degli investimenti con risorse proprie, non consentono un’effettiva programmazione e un adeguato aggiornamento tecnologico.
Concentrandosi sulla diagnostica per immagini, secondo una ricerca di Assobiomedica, l’età media ponderata del parco nel 2015 era di 7,1 anni con punte di 13 anni per certe tecnologie. Il 51% in media delle apparecchiature non risulterebbe, quindi, essere adeguato agli standard di utilizzo.
La Società Europea di Radiologia raccomanda che il 60% delle apparecchiature abbia un’età inferiore ai 5 anni, che rappresenta lo stato dell’arte; il 30% può essere compreso tra i 6 e i 10 anni, a patto di una corretta manutenzione; mentre solo il 10% del parco macchine di diagnostica per immagini dovrebbe superare i 10 anni di età, soglia che dovrebbe richiedere, di norma, la sostituzione.
Per far fronte all’inadeguatezza del sistema di finanziamento pubblico della spesa per investimenti tecnologici, il Governo Britannico ha sostenuto l’utilizzo di contratti di MES (managed equipment service), che hanno presto rappresentato una valida soluzione per accelerare il processo di adeguamento tecnologico.
Inoltre, per incentivare ulteriormente l’adozione di contratti MES da parte degli ospedali inglesi, il Governo ha introdotto nel 2015 una misura di sterilizzazione del costo dell’IVA per tutti i cosiddetti “Contracted Out Services (COS)” attraverso un meccanismo di rimborso del 100% dell’imposta pagata dai Trust da parte del Ministero del Tesoro. Questo è stato certamente un driver molto importante per incentivare la diffusione dei contratti di MES.
Un Managed Equipment Service (MES) è un contratto sottoscritto tra un’azienda sanitaria (AS) e un operatore economico (OE) per la fornitura, installazione, gestione, manutenzione, aggiornamento (refresh/upgrade) ed eventuale smaltimento di apparecchiature nuove o esistenti. Il MES può prevedere, eventualmente, la fornitura di consumabili e di personale (es. tecnici) necessario allo svolgimento del servizio clinico. Laddove fosse necessario, il contratto può comprendere anche la realizzazione dei lavori strettamente necessari all’installazione la tecnologia o comunque di lavori accessori.
Il MES può essere definito come un “technology-based service” in cui l’OE si affianca all’AS, attraverso un rapporto di partnership, per prestare un servizio di consulenza strategica volta a supportare la capacità di analisi e di decisione dell’ingegneria clinica aziendale, consentendo una pianificazione tecnologica di medio periodo, che può risultare particolarmente utile per aziende sanitarie complesse o reti aziendali. Un contratto MES offre, infatti, all’AS la possibilità di far leva sulla capacità tecnica di un OE esperto per valutare le tecnologie più adeguate alle esigenze del proprio case-mix, in una logica evolutiva nel tempo.
Sebbene il focus di un MES siano le tecnologie sanitarie, è fondamentale comprenderne la natura di servizio e soprattutto il fatto che l’essenza di un MES è l’acquisto di “risultati”, su cui l’OE si dovrà responsabilizzare, non beni o personale.
Ciò che caratterizza un MES rispetto a un normale contratto di fornitura (noleggio o leasing), è che esso contrattualizza un piano di investimenti, e non l’acquisto di una singola apparecchiatura, in un’ottica di gestione attiva del parco tecnologico. I migliori risultati in termini di efficacia clinica possono essere, infatti, raggiunti solo attraverso un adeguato investimento mantenuto in efficienza nel tempo. È fondamentale, infatti, definire i risultati che si intendono conseguire durante la durata contrattuale, generalmente compresa tra i 9 e 15 anni. La durata è funzionale a definire anche eventuali esigenze di rinnovo tecnologico, in modo da supportare l’AS a mantenere o migliorare nel tempo la sua capacità di far fronte in modo efficiente ed efficace all’evoluzione dei bisogni clinici. Infatti, pur nell’ambito di contratti di media durata (inferiori ai 10 anni) potrebbe essere previsto un piano di aggiornamento tecnologico dettato dal fatto che all’avvio del contratto non tutte le tecnologie oggetto del servizio sono state sostituite.
Il servizio erogato attraverso il MES è pagato attraverso un corrispettivo legato al risultato, basato su un canone o su una tariffa.
Da un punto di vista giuridico, un MES, può essere strutturato come un appalto misto di servizi e forniture (i cosiddetti “service”), oppure come una Partnership Pubblico Privato (PPP) in senso stretto, facendo quindi riferimento all’istituto della concessione di servizi. Generalmente, i maggiori benefici di un MES, che sono alla base della sua giustificazione rispetto a un approccio tradizionale di acquisto di tecnologie, sono conseguiti quando l’OE è responsabilizzato rispetto al raggiungimento di determinati risultati strategici e innovativi per l’AS. Quando la responsabilizzazione dell’operatore economico va oltre la semplice performance gestionale, ma implica anche l’assunzione di rischi cosiddetti operativi, allora il MES deve essere strutturato come concessione e diventa un vero e proprio contratto di PPP.
Oggi in Italia si stanno sperimentato contratti di PPP tecnologico attraverso la proposta a iniziativa privata (art. 183 comma 15), che può rappresentare un valido strumento, nei prossimi mesi, se utilizzata diligentemente dal mercato e senza azzardo morale, per proporre contratti innovativi e sostenibili (generando risparmi per le aziende sanitarie rispetto ai costi di gestione associati a parchi tecnologici obsoleti e maggiore capacità di rispondere ai fabbisogni clinici), che potranno poi essere implementati, successivamente, dalle aziende sanitarie secondo procedure a iniziativa pubblica. Tuttavia, dato il carattere estremamente innovativo di questi contratti e i superiori benefici che derivano da una profonda sartorializzazione degli stessi alle esigenze e agli obiettivi strategici delle singole aziende, dovranno essere preferite procedure più sofisticate, come quelle negoziate, rispetto a cui, le centrali di committenza regionali, quelle più innovative, potranno giocare un ruolo di hub di competenze a supporto del territorio.

MTS Medical Technology Solutions ha siglato una stretta partnership con il gruppo ALTHEA in grado già da oggi di veicolare i suoi servizi di ingegneria clinica in ambito privato di medie e piccole dimensioni contattateci.

6° Healthcare Summit/il PPP Tecnologico ultima modifica: 2017-11-02T10:58:03+00:00 da Stefano Bianchi